News

Etichette per il vino: come scegliere la stampante giusta

28 Febbraio 2022

Sei una cantina, un produttore di vino o un distributore? Allora certamente ti sarai trovato davanti alla necessità di stampare le tue etichette; o a dover evadere un ordine, magari dall’estero, che necessiti dell’applicazione di nuove etichette sulle tue bottiglie in un’altra lingua.

L’acquisto di una stampante, a questo punto, diventa urgente.

 

Ma quale tipo di stampante scegliere?


Ricercando su Google, sicuramente ti sarai dovuto orientare tra le centinaia di stampanti di etichette presenti sul mercato: a laser, termiche, a getto di inchiostro, desktop, industriali ecc… La prima comprensibile reazione potrebbe essere di disorientamento: quali scegliere? Quale fa per me?
Per aiutarti ci sono alcune domande alle quali ti consigliamo di rispondere prima di acquistare la tua stampante. 

Hai bisogno di etichette monocromatiche o a colori?

La prima importante distinzione che dovrai fare è proprio sul colore delle tue etichette.
Se saranno etichette a colori sarà indispensabile scegliere delle stampanti a getto di inchiostro o stampanti a laser (la scelta tra queste dipenderà dalla quantità di etichette che dovrai stampare).  Al contrario se ti servono etichette monocromatiche come possono essere le etichette di spedizione, per i cespiti aziendali o banalmente gli scontrini, allora ti basterà una stampante termica o a trasferimento termico

Quante etichette stamperai ogni giorno?

La quantità di etichette da produrre ogni giorno è un fattore determinante nella scelta e può andare dalle 100 fino a spostarci sulle migliaia e migliaia giornaliere.

Da qui la sostanziale differenza tra stampanti desktop e industriali

  • Le stampanti desktop
    – sono “da scrivania”, quindi di piccole dimensioni, compatte e possono essere poste in luoghi non necessariamente predisposti ad hoc.
    – Sono sufficienti se hai necessità di stampare fino a 500 etichette al giorno.
    All’interno delle desktop potrai scegliere tra altre due categorie di stampanti a colori: laser o a getto di inchiostro. La differenza sta nella velocità.
    Le stampanti laser sono caratterizzate da una velocità di stampa maggiore, mentre le stampanti a getto d’inchiostro sono più lente ma ottime per tirature limitate.
  • Le stampanti industriali
    – Hanno un ingombro molto più ampio, dovendo reggere in maniera efficiente la stampa di migliaia di etichette al giorno. É probabile che necessiterai di uno spazio adeguato per collocarle, come una stanza di stampa.
    – Sono utili se devi stampare dalle 500 etichette al giorno in sù.

Ti servono etichette adesive?


Se, per praticità, vuoi applicare le tue etichette rapidamente e direttamente sulle bottiglie, allora avrai bisogno di etichette adesive. Queste presentano un lato con un collante e un lato senza. Ciò permetterà di attaccarle su qualsiasi strato anche su superficie liscia. Perfette, in questo caso, sono le stampanti digitali o a getto d’inchiostro.

Al contrario, se le tue esigenze vanno oltre l’etichetta per le bottiglie di vino, allora potrai  optare per le stampanti termiche.

Applicatori di etichette si o no?

Anche in questo caso, la risposta dipende dal numero di etichette che produci ogni giorno.
In generale, gli applicatori sono sistemi di etichettatura che permettono di apporre adesivi su diversi supporti. Si distinguono in applicatori automatici o manuali. N.B. Entrambi svolgono una funzione complementare alle stampanti.


  • Gli applicatori di etichette manuali prevedono l’inserimento delle etichette adesive su uno srotolatore semi-automatico che le attacca poi sul supporto, in questo caso con il contributo dell’operatore.
  • Gli applicatori di etichette automatici, invece, rendono ancora più rapida l’applicazione: quando il prodotto arriva in corrispondenza dell’applicatore, l’etichetta viene apposta sulla superficie automaticamente. Vi sono apparecchi progettati specificatamente per le forme cilindriche, come le bottiglie: la Primera serie AP, ad esempio, velocizza radicalmente le fasi dell’applicazione.  

In generale, le stampanti a getto di inchiostro sono e rimangono un ottimo prodotto per chi sta cercando un buon rapporto qualità prezzo. Nel complesso, richiedono sia costi di avvio che costi di gestione relativamente bassi. 

Le cartucce d’inchiostro possono essere acquistate singolarmente (CMYK) e facilmente caricate nella stampante. L’acquisto e la sostituzione di ciascun colore in base alle specifiche necessità consente di risparmiare tempo e denaro, riducendo lo spreco complessivo.
Il miglioramento tecnologico di questi ultimi anni permette di stampare a velocità elevate con un’ottima risoluzione.

In definitiva un’ottima soluzione per il tuo problema!

Richiedi informazioni