News

Etichettatura sostenibile: un’alleata nella riduzione di emissioni nocive

23 Settembre 2021
Etichettatura sostenibile

Staf si avvale dell’etichettatura sostenibile, che possa accompagnare i produttori lungo tutto il ciclo di vita del prodotto, iniziando appunto con la selezione e l’uso consapevole delle materie prime, seguito da una progettazione ecocompatibile ottimizzata e da diverse soluzioni di “fine vita”: il tutto reso fruibile e informativo per i consumatori finali dalle “etichette parlanti”.

L’etichetta è stata sdoganata come un vero e proprio modo per “parlare” con i consumatori. Quest’ultimi sono sempre più consapevoli e attenti nelle scelte d’acquisto, che vogliono essere informate, per quelle che sono le loro implicazioni socio-ambientali.

Tutto questo fa sì che l’etichetta, così come il packaging, non possa essere lasciato al caso.

La strada verso il 2050 per un continente a impatto climatico zero è lunga e tortuosa, ma affidarsi a partner competenti come Staf srl, per definire e ripensare il proprio labelling per i propri clienti e stare al passo di tutte le innovazioni del settore è la mossa vincente per ritrovarsi competitivi e mitigare il cambiamento climatico.

L’etichettatura sostenibile:

  • Permette il riciclo, riutilizzo o compostaggio
  • Contiene materiale riciclato
  • Permette la riduzione dell’uso dei materiali
  • Permette un approvvigionamento responsabile con carte certificate FSC® o da altre fonti gestite in modo responsabile, film e sostanze chimiche da fonti rinnovabili

Nel settore alimentare vi è una crescente necessità di packaging sostenibili, in modo particolare per prevenire gli scarti di cibo e migliorare il flusso di riciclo degli imballaggi per alimenti.

Le confezioni richiudibili spesso richiedono caratteristiche di barriera ossigeno per allungare la durata a scaffale del prodotto. Staf propone anche etichette senza PVDC, che  è comunemente usato per offrire caratteristiche di barriera, tuttavia è considerato un contaminante nei flussi di riciclo.

Il packaging compostabile non solo protegge e promuove i prodotti ma garantisce uno smaltimento, e una volta completamente scomposto, restituisce nutrienti all’ecosistema .Per essere dichiarato compostabile, il packaging e l’etichetta devono superare rigorosi test condotti da parti terze per la disintegrazione, la biodegradazione e la non tossicità, come previsto dalla norma EN 13432:2000

Compila il form sotto per richiedere informazioni sulle etichette sostenibili.